Discussione:
L'agonia mediatica
(troppo vecchio per rispondere)
Boris
2005-04-02 13:26:19 UTC
Permalink
Nel 1978 ero un ragazzino di 11 anni e non ricordo nulla di ciò che
avvenne quando morì Paolo VI (Giovanni Paolo I sparì in maniera assai
repentina), e comunque i canali televisivi erano solo due; sono
rimasto comunque assai colpito dalla copertura mediatica dell'agonia
del Papa e, devo dire, non favorevolmente.
Troverei corretto dare la notizia che il Papa si sta spegnendo nelle
normali edizioni dei tg, e stop. Quando poi si verificasse il ferale
evento, allora fai pure le tue edizioni straordinarie, i tuoi
panegirici, i tuoi dibattiti, le tue biografie.
Ma prima, no. Cazzo. Da ieri sera (non che io guardi molta TV) tre
reti nazionali occupate stabilmente da personaggi di tutti i tipi in
trepidante attesa di dare la notizia. Purtroppo il pontefice non fa
loro il favore di andarsene rapidamente e si trovano costretti ad
inventarsi le maniere più ridicole di passare il tempo in diretta.
Suppongo che tutto ciò sia per poter dare la notizia per primi o
comunque tra i primi, questioni di audience, di prestigio, non so.
Insomma, sciacallaggio. Io non sono cattolico e del Papa importa non
moltissimo, non più di tanti rispettabili vegliardi che crepano
lontano dall'attenzione dei media. (Questo come persona, ovviamente
del Papa mi importa molto in quanto persona in grado di incidere sulle
esistenze di molti di noi). Un anziano signore che purtroppo lascia
questa terra soffrendo e in maniera non rapida, al quale mi piace
credere non farebbe troppo piacere vedere queste torme di giornalisti
attorno al suo letto di morte con un microfono in mano e il cellulare
nell'altra. La morte non è una tragedia, è un fatto dell'esistenza che
richiede pudore, discrezione e silenzio negli attimi di sofferenza che
immediatamente la precedono. Invece qua si è scatenata la fiera
dell'opportunismo, la gara a chi si mostra più compunto e partecipe
agli occhi del popolo televisivo.
Non mi è piaciuto, no.

Boris
--
UFV: Va' e vedi - E. Klimov (6)
Will Dearborn
2005-04-02 13:52:38 UTC
Permalink
Post by Boris
Nel 1978 ero un ragazzino di 11 anni e non ricordo nulla di ciò che
avvenne quando morì Paolo VI (Giovanni Paolo I sparì in maniera assai
repentina), e comunque i canali televisivi erano solo due; sono
rimasto comunque assai colpito dalla copertura mediatica dell'agonia
del Papa e, devo dire, non favorevolmente.
[cut]

Quoto tutto.
E dico anche un'altra cosa, tanto per fare un po' di sana polemica: trovo
sbagliata e ingiustificata la decisione di sospendere le manifestazioni
sportive per oggi e domani. Sta morendo una *persona*, soffrendo certo, ma
non più di tante altre. Sì, saranno i soliti luoghi comuni, sarà
qualunquismo e quello che volete, ma quante persone muoiono quotidianamente
di fame, sete e stenti nei più svariati angoli del pianeta? Ci siamo
emozionati tutti (me compreso) per le vittime dello Tsunami, ma continuiamo
ad ignorare lo Tsunami quotidiano che nell'Africa fa morire di fame e
malattie migliaia di persone ogni giorno. Cosa dovremmo fare, applicando
questo principio quotidianamente? Chiuderci in una sorta di lutto perenne?
Forse sarebbe una soluzione, non so. Ma che almeno si sia coerenti.
Certo, si tratta di un simbolo, mi si dirà. Un simbolo per tante migliaia di
persone. Ma nessuno vieta a queste persone di esprimere il loro dolore,
privatamente o pubblicamente, senza però condizionare gli altri. Domani si
poteva giocare il campionato di calcio, e chi è cattolico poteva evitare di
andare allo stadio o di accendere Sky. Diverso il discorso per i calciatori,
che sono professionisti e tenuti a fare il loro lavoro a prescindere dai
sentimenti personali. Se io fossi cattolico, e mi trovassi in una situazione
in cui la mia presenza sul posto di lavoro è *necessaria* (condizione che,
per i calciatori, rappresenta la normalità), non potrei certo prendermi un
giorno di ferie adducendo come motivazione la morte del papa: anzi,
probabilmente, se lo facessi, mi riderebbero in faccia.
--
Will Dearborn
***@virgilio.it

UFV: Sword in the Moon, Zatoichi meets the One-armed Swordsman, Fulltime
Killer (DVD), The Ring 2, The Mask 2, Striscia - Una zebra alla riscossa,
Nameless - Entità nascosta (DVD)
Boris
2005-04-02 15:06:38 UTC
Permalink
On Sat, 02 Apr 2005 13:52:38 GMT, "Will Dearborn"
Post by Will Dearborn
Quoto tutto.
E dico anche un'altra cosa, tanto per fare un po' di sana polemica: trovo
sbagliata e ingiustificata la decisione di sospendere le manifestazioni
sportive per oggi e domani.
Ah, hanno deciso così? Non lo sapevo ancora... meno male che non ero
in viaggio per andare a seguire la squadra in trasferta ;-)
Siamo comunque nella medesima ottica, per me si dovrebbe fare quello
che era programmato, e se il pontefice muore oggi fare il minuto di
silenzio, o di preghiera, o quello che vuoi. Ma qui in Italia c'è
sempre questo strano miscuglio di sacro e profano, piuttosto ipocrita.
Non che mi strappi le vesti se saltano le manifestazioni sportive, ma
so che qualcuno ha proposto anche di rimandare le elezioni e questo lo
trovo grave.

Boris
--
UFV: Va' e vedi - E. Klimov (6)
Maglite
2005-04-02 15:12:08 UTC
Permalink
Boris ha scritto:
[CUT]
... se il pontefice muore oggi fare il minuto di
silenzio, o di preghiera, o quello che vuoi.
hem, per tradizione il governo italiano proclamerà tre giorni di lutto
nazionale ... questo *potrebbe* implicare blocco dei servizi pubblici
meno essenziali e simili ...
Henry Newbolt
2005-04-02 15:20:00 UTC
Permalink
Post by Maglite
hem, per tradizione il governo italiano proclamerà tre giorni di lutto
nazionale ... questo *potrebbe* implicare blocco dei servizi pubblici
meno essenziali e simili ...
Alla faccia di chi pensa che stia morendo un vecchietto qualunque e non
il Papa-Guerriero che ha abbattuto il Comunismo con la sua spada
fiammeggiante.

H.N.
Blind Jack
2005-04-04 08:41:29 UTC
Permalink
Post by Henry Newbolt
Post by Maglite
hem, per tradizione il governo italiano proclamerà tre giorni di lutto
nazionale ... questo *potrebbe* implicare blocco dei servizi pubblici
meno essenziali e simili ...
Alla faccia di chi pensa che stia morendo un vecchietto qualunque e non
il Papa-Guerriero che ha abbattuto il Comunismo con la sua spada
fiammeggiante.
H.N.
Come dire " se scurreggi durante un tornado sei tu ad abbattere le case"

BJ
Alberto Casini
2005-04-02 18:05:53 UTC
Permalink
Il Sat, 02 Apr 2005 13:52:38 GMT, Will Dearborn ha scritto:


[cut]
comunque c'è da dire che a Roma la morte (e l'elezione di un papa) si vive
in maniera diversa; cattolici o no
Ciao
--
Adamski: "Casini malefico, perché non ti manifesti?"
Skype: einheit77
UFV: TFF 22^ Edizione/ Cronaca di un'Amore/ Il Profumo della Signora in
Nero/ Strada Senza Ritorno/ The Unknown/ Marathon/ Black Line/ Nude... si
muore/ Blind Beast/ Detonation! Violent Games
Dashie//_
2005-04-02 14:03:48 UTC
Permalink
Post by Boris
La morte non è una tragedia, è un fatto dell'esistenza che
richiede pudore, discrezione e silenzio negli attimi di sofferenza che
immediatamente la precedono. Invece qua si è scatenata la fiera
dell'opportunismo, la gara a chi si mostra più compunto e partecipe
agli occhi del popolo televisivo.
Non mi è piaciuto, no.
Quoto tutto ed evidenzio solo questo pezzo.

Lo squallore mediatico di questi giorni e' semplicemente imbarazzante.
La 'tensione' nelle facce e negli sguardi degli inviati in loco ad
esempio e' esemplare; non vedono l'ora di annunciare la morte di una
persona.

Nei 'talk show' improvvisati, ogni genere di squallido individuo
infarcisce ogni ora del giorno e della notte di banalita' che non
riescono manco a strappare il sorriso della staffa.

Non so se hai notato il tono di 'stizza' con la quale questi parolai
della peggior masnada ogni tanto ricordano 'non ha parenti' o simili,
che rabbia li deve divorare, il non aver sottomano un parente da
torchiare in vario modo.

Una cosa mi fa pero' sorridere di tutto cio'. Tutti costoro avevano
fatto i conti che la 'cosa' si sarebbe 'consumata' (non saprei come
altrimenti definire se non 'cosa' tutto questo lerciume mediatico) in
poche ore, e tutta la macchina che vediamo evidentemente e' stata
messa su pensando ad adoperarla immantinente.

Quando finalmente loro signori alzeranno il capo dal fiero pasto
vorro' vedere se ricicleranno tutto cio', condendolo con altri
improbabili 'ospiti' e amenita' similari, oppure inventeranno qualcosa
ex novo.
Di sicuro nei prossimi mesi ci sara' la caccia al rispolvero e alla
messa in onda di qualunque cosa abbia a che fare con i papa, dalle
fiction ai documentari.

La fine di questo e di quello, ma alla fine, al di la' di simboli,
valenze e ruoli, la tristezza, e' che della morte dell'uomo non
freghera' nulla a nessuno. Non che ci sia qualcosa di nuovo sotto il
sole, ma, almeno, come nel caso della Schiavo, staccate la spina, si,
ma della telecamera.
Libetta
2005-04-02 14:37:44 UTC
Permalink
Post by Boris
Nel 1978 ero un ragazzino di 11 anni e non ricordo nulla di ciò che
avvenne quando morì Paolo VI
Mi domandavo stamane quanti di noi ci fossero già, o meglio con un'età tale
da ricordarsi qualcosa.
Neanche io ricordo di Paolo VI ma della misteriosa morte di Luciani dopo un
mese sì.

snip

. La morte non è una tragedia, è un fatto dell'esistenza che
Post by Boris
richiede pudore, discrezione e silenzio negli attimi di sofferenza che
immediatamente la precedono. Invece qua si è scatenata la fiera
dell'opportunismo, la gara a chi si mostra più compunto e partecipe
agli occhi del popolo televisivo.
Il confine tra legittimità e diritto all'informazione da un lato e
sciacallaggio ed orrore ad uso spettacolo fu varcato nel 1981 con Vermicino.
Post by Boris
Non mi è piaciuto, no.
Non guardo un telegiornale italiano da quell'11 settembre (per dieci minuti,
inoltre, per poi passare alla cnn)
Boris
2005-04-02 15:09:34 UTC
Permalink
On Sat, 2 Apr 2005 16:37:44 +0200, "Libetta"
Post by Libetta
Il confine tra legittimità e diritto all'informazione da un lato e
sciacallaggio ed orrore ad uso spettacolo fu varcato nel 1981 con Vermicino.
Sì, ricordo mia madre che si seguiva la cosa in diretta, io andavo a
giocare a calcio in cortile...
Post by Libetta
Non guardo un telegiornale italiano da quell'11 settembre (per dieci minuti,
inoltre, per poi passare alla cnn)
Anche io li guardo pochissimo ormai, ieri sera mi sono trovato a
zappingare di qua e di là e ho visto questa cosa strana su cui mi sono
soffermato un po' perchè volevo capire che cosa stavano facendo. Ci ho
messo un po' a capire che il Papa era ancora vivo, ti dirò.

Boris
--
UFV: Va' e vedi - E. Klimov (6)
Henry Newbolt
2005-04-02 15:17:46 UTC
Permalink
Post by Boris
Anche io li guardo pochissimo ormai, ieri sera mi sono trovato a
zappingare di qua e di là e ho visto questa cosa strana su cui mi sono
soffermato un po' perchè volevo capire che cosa stavano facendo. Ci ho
messo un po' a capire che il Papa era ancora vivo, ti dirò.
In effetti guardando saltuariamente non si riesce a capire se è vivo o
morto.
Dovrebbero mettere su un angolo dello schermo un silouhette del papa
verde (vivo) o una rossa (morto), tanto per facilitare la trasmissione
della notizia.
Ma se così facessero si fregherebbero quei minuti di attenzione che
servono allo spettatore distratto per rendersi conto dello stato del papa.

H.N.
alessandro coricelli
2005-04-02 16:02:50 UTC
Permalink
Post by Libetta
Post by Boris
Nel 1978 ero un ragazzino di 11 anni e non ricordo nulla di ciò che
avvenne quando morì Paolo VI
Mi domandavo stamane quanti di noi ci fossero già, o meglio con un'età tale
da ricordarsi qualcosa.
Neanche io ricordo di Paolo VI ma della misteriosa morte di Luciani dopo un
mese sì.
beh, ti stai rispondendo da sola, in un certo senso. Io ricordo meglio la
morte di Papa Giovanni XXIII di quella di Paolo IV, eppure avevo nemmeno otto
anni nel '63. Fu un fatto enorme, come poco dopo l'assassinio di Kennedy, che
ricordo ancora meglio. Il fatto che ci fosse un solo canale televisivo non
riduceva affatto l'impatto mediatico. C'era perfino molta piu'
personalizzazione e simbolismo, allora. Impossibile sfuggire quella
centralita' di tutto : Kennedy, Krushev, e in mezzo Papa Giovanni.
Paolo IV mori' prima di morire. Al posto suo mori' Aldo Moro. Di piu', mori'
prima che Aldo Moro morisse. Mori', infatti, scrivendo la lettera "agli
uomini delle Brigate Rosse." Poi divenne un fantasma.
Per questo ci torna piu' facile ricordare la morte di Papa Luciani. Certo
perche' fu improvvisa, ma anche perche' interrompeva quella brevissima
stagione in cui agirono contemporaneamente un paio di figure paterne, con
tutti i pregi e i difetti : la sua e quella di Pertini. Si interruppe, cioe',
una fase in cui si credeva che si potesse tornare indietro.
Oggi, ci siamo trasferiti in un altro posto. Piaccia o non piaccia. Se ci
fermassimo solo alla televisione, potremmo paragonare il pianto di Walter
Cronkite all'annuncio della morte di Kennedy, che era veramente di tutti
mentre profondamente suo , e alla voce strozzata di Vespa, lunga due giorni e
quattro stagioni, come un blazer. Il piccolo John John che saluta la bara del
padre, e il ragazzino che tira il giaccone del padre a San Pietro mentre lo
intervistano che sembra dire, "aho mo' ce rivedemo in TV."

ciao,
alessandro
Libetta
2005-04-02 16:13:35 UTC
Permalink
"alessandro coricelli" <***@mac.com> ha scritto nel messaggio news:***@news2.news.adelphia.net...

snip
Post by alessandro coricelli
Oggi, ci siamo trasferiti in un altro posto. Piaccia o non piaccia. Se ci
fermassimo solo alla televisione, potremmo paragonare il pianto di Walter
Cronkite all'annuncio della morte di Kennedy, che era veramente di tutti
mentre profondamente suo , e alla voce strozzata di Vespa, lunga due giorni e
quattro stagioni, come un blazer. Il piccolo John John che saluta la bara del
padre, e il ragazzino che tira il giaccone del padre a San Pietro mentre lo
intervistano che sembra dire, "aho mo' ce rivedemo in TV."
è in uscita un nuovo libro di Marco Belpoliti, si chiama Crolli.
Se t'interessa te lo mando con piacere.
--
- I never yet touched a fig leaf that didn't turn into a price tag -
alessandro coricelli
2005-04-02 16:22:00 UTC
Permalink
Post by Libetta
snip
Post by alessandro coricelli
Oggi, ci siamo trasferiti in un altro posto. Piaccia o non piaccia.
è in uscita un nuovo libro di Marco Belpoliti, si chiama Crolli.
Se t'interessa te lo mando con piacere.
magari, pero' dovrei mandarti in cambio uno che sto leggendo ora(ma non credo
ti interessi moltissimo) che si chiama "Collassi", nel senso di "Crolli" :-)

Giuro.

ciao,
alessandro
BArrYZ
2005-04-03 01:41:26 UTC
Permalink
Post by alessandro coricelli
Oggi, ci siamo trasferiti in un altro posto. Piaccia o non piaccia. Se ci
fermassimo solo alla televisione, potremmo paragonare il pianto di Walter
Cronkite all'annuncio della morte di Kennedy, che era veramente di tutti
mentre profondamente suo , e alla voce strozzata di Vespa, lunga due giorni e
quattro stagioni, come un blazer. Il piccolo John John che saluta la bara del
padre, e il ragazzino che tira il giaccone del padre a San Pietro mentre lo
intervistano che sembra dire, "aho mo' ce rivedemo in TV."
D'accordissimo.
--
BArrYZ

"Sempre la pratica deve essere edificata sopra la bona teorica"
[Leonardo da Vinci]
Alberto Casini
2005-04-02 18:04:45 UTC
Permalink
Post by Libetta
Il confine tra legittimità e diritto all'informazione da un lato e
sciacallaggio ed orrore ad uso spettacolo fu varcato nel 1981 con Vermicino.
fu un certo Emilio Fede in Rai (mi sembra RaiDue) a lanciare lo
sciacallaggio su Vermicino
Ciao
--
Adamski: "Casini malefico, perché non ti manifesti?"
Skype: einheit77
UFV: TFF 22^ Edizione/ Cronaca di un'Amore/ Il Profumo della Signora in
Nero/ Strada Senza Ritorno/ The Unknown/ Marathon/ Black Line/ Nude... si
muore/ Blind Beast/ Detonation! Violent Games
Matteo L.
2005-04-04 09:00:19 UTC
Permalink
Post by Libetta
Il confine tra legittimità e diritto all'informazione da un lato e
sciacallaggio ed orrore ad uso spettacolo fu varcato nel 1981 con Vermicino.
Per chi non lo sapesse aggiungo che il direttore del TG1 dell'epoca, che
volle effettuare la diretta televisiva dell'"evento" nonostante il
parere contrario di molti giornalisti rai, era allora un certo Emilio
Fede.
--
Matteo L.
for mailbox messages add 36 to 36
Henry Newbolt
2005-04-02 15:23:28 UTC